Il mio sito

Pina Licciardello

Il sito in tutte le lingue

Video in primo piano 

 

DUCI TERRA MIA!

CATANIA FOREVER

CATANIA COM'ERA

SALUTI DA CATANIA

GIOCHI PEDUTI

CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Community

       

____________________________________________________________

     

 

           Condividi notizie, idee e interessi con le persone giuste e          

                                       incontrane di nuove.


 Dagli appassionati di cucina agli esperti di bricolage, questo spazio ti consente di trovare le persone che condividono le tue passioni. 


Puoi ricevere qualche consiglio utile, condividere le recensioni di ristoranti, parlare di viaggi, puoi raccontare un concerto, consigliare un film, uno spettacolo teatrale, puoi condividere trucchi e segreti per migliorare la vita e tanto tanto ancora.

 

Se vuoi far parte di questa community, compila il modulo qui sotto, indica i tuoi dati, l'argomento che vuoi trattare e il testo. 

       

                                                          ************      

Commenti: 18
  • #18

    Simona da Milano (venerdì, 21 giugno 2013 15:09)

    Ciao, sono Simona, la settimana scorsa sono stata a Catania per un congresso. Veramente c'ero stata altre volte, ma non mi ero accorta di quanto fosse bella questa città. Stavolta ho seguito i tuoi preziosi itinerari che, oltre ad essere dettagliati nei minimi particolari, mi hanno reso più agevole il giro nel centro storico. Solo così, senza guida e seguendo le tue informazioni, ho scoperto questa splendida città. Grazie e complimenti per questo tuo sito che trovo molto interessante e ricco di informazioni.

  • #17

    Giovanna da Pavia (venerdì, 17 maggio 2013 07:43)

    Anch'io voglio far parte di questa community con un consiglio che mi sembra molto utile soprattutto per chi viaggia spesso e non sa come comportarsi per le mance nei paesi europei. Io l'ho letto da qualche parte e voglio condividerlo con voi:

    Al ristorante: il servizio è incluso nel pasto, ma si può aggiungere il 5% o il 10% di mancia

    Taxi: il 10%

    Al portabagagli dell'hotel: 1,50 euro a bagaglio

    Al concierge dell'albergo: un paio di euro per semplici richieste.

    Se le richieste sono più complesse, dai 20 euro in su

  • #16

    Maria da Catania (domenica, 28 aprile 2013 07:31)

    Ho visto tutte le tue foto della Thailandia, è come se avessi fatto il viaggio io. Sono posti bellissimi. Spero di andarci presto e fare lo stesso itinerario che hai fatto tu. Poi ti chiederò qualche consiglio. Comunque ancora complimenti, perché trovo il tuo sito veramente interessante e ricco di contenuti. Ciao

  • #15

    Elisabetta da Catania (mercoledì, 10 aprile 2013 08:14)

    Stupende le foto della Thailandia, ti raccomando postane altre!!!

  • #14

    Antonella da Verona (lunedì, 08 aprile 2013 20:27)

    Ciao, mi piace molto questo sito e anch'io voglio parteciparvi con un semplice consiglio, che ritengo molto utile!

    Come allargare un paio di scarpe!
    A volte non riusciamo ad usare le scarpe che ci piacciono perché stringono troppo il piede, allora scopriamo come rimediare!

    1° rimedio: FREEZER - Prendete dei sacchetti di plastica di quelli per surgelare e riempiteli per 1/4 di acqua. Chiudeteli ermeticamente ed infilateli ciascuno in una scarpa nel punto che volete allargare. Mettete scarpa e sacchetto in freezer ed aspettate che l'acqua nella bustina sia completamente ghiacciata. Tirate fuori le scarpe e lasciatele così ancora per 30 minuti, poi levate le bustine.

    2° rimedio: GIORNALI - Bagnate per bene dei fogli di giornale ed infilateli poi nella scarpa proprio nel punto dove stringe troppo. Asciugandosi la carta di giornale si gonfierà grazie all'umidità allargando la scarpa

    3° rimedio: PHON - Il caldo può fare molto per le scarpe strette. Puntate il phon sulla scarpa e direttamente sul punto da allargare, poi indossate le scarpe. Ripetete tante volte questa operazione fino a quando la scarpa non avrà ceduto e si sarà allargata come desideravate.

  • #13

    Ketty da Catania (lunedì, 18 marzo 2013 06:32)

    Ciao, ho letto i vostri consigli e mi sembrano molto interessanti. Voglio darvene uno io:
    Sapete come si fa a mantenere le bollicine allo spumante una volta aperta la bottiglia? Semplice, basta mettere un cucchiaino al posto del tappo. Vi assicuro che anche il giorno dopo lo spumante è spumeggiante!!

  • #12

    Maria da Napoli (domenica, 10 marzo 2013 20:38)

    Ciao, il tuo sito è molto interessante ed anch'io voglio parteciparvi con un piccolo consiglio che in questo momento mi sta venendo in mente:
    Sai come si fa a mantenere fresco il limone tagliato? Semplice, basta immergere la parte tagliata in un piattino con un po' di acqua fresca. Provare per credere! A presto.

  • #11

    Loredana (martedì, 05 marzo 2013 10:34)

    Ero diffidente ma mi sono dovuta ricredere, l' ho provata e funziona. Eccovi il mio consiglio: subito dopo aver preso un botta, per evitare l' estendersi del livido basta spalmare un po' di burro sulla parte interessata

  • #10

    Anna Maria da Salerno (venerdì, 01 marzo 2013 20:10)

    L'ho sentita poco fa alla trasmissione televisiva "L'Eredità" e ve la voglio comunicare:
    Cosa si può usare per rimediare alle piccole bruciature lasciate dal ferro da stiro negli indumenti?
    Risposta: Si può subito strofinare con una zolletta di zucchero.
    Complimenti per il sito che trovo molto interessante.

  • #9

    Silvia da Siena (venerdì, 01 marzo 2013 08:45)

    Navigando su Internet, ho visto il tuo sito che mi è piaciuto molto. Anche se non sono siciliana, lo trovo molto interessante e ricco di notizie. Mi è piaciuta molto anche l'idea di dedicare una pagina alle amiche ed ho pensato di scriverti per dare un mio piccolo consiglio.
    Vuoi colorare le uova di Pasqua senza usare colori chimici, ma solo con semplici e naturali ingredienti da cucina?
    Per avere uova tinte di Rosso pallido: usare barbabietole rosse fresche oppure mirtilli. Arancio: bucce di cipolla bionda. Giallo tenue: bucce d'arancia o limone, ciuffi di carota, radice di comino. Giallo: radice di curcuma. Verde chiaro: foglie di spinaci. Verde-oro: bucce di mele verdi. Blu: foglie di cavolo rosso. Beige o marrone: caffé forte.

    Dopo aver cotto le uova, le si immerge nella tintura per alimenti preparata da te con gli ingredienti che ti ho detto. Ti raccomando che deve essere fredda. Questo evita che il guscio si rompa e che il colore possa penetrare all'interno dell'uovo. Affinché risultino brillanti passare poi un batuffolo di ovatta imbevuto d'olio di oliva in tutte le uova e lucidarle con un panno morbido.
    Sul guscio colorato, poi, si possono disegnare motivi floreali o geometrici con pennarelli indelebili, colori a tempera, adesivi; oppure si possono incollare perline, fiori secchi, ecc.

  • #8

    Enza da Roma (lunedì, 25 febbraio 2013 18:25)

    Come utilizzare gli avanzi:
    pasta con i broccoli
    dopo aver fatto i broccoli affogati ,come da ricetta tipica siciliana, metti da parte una porzione e utilizzala il giorno dopo ripassandole in padella con la pasta e del parmigiano grattugiato. Ottimo piatto per la vista,il palato ed il portafoglio.

  • #7

    Marcella (lunedì, 25 febbraio 2013 18:15)

    Vuoi un consiglio x facilitare le amiche a consultare facilmente questa pagina? Man mano che ti arrivano raggruppa i vari consigli in argomenti ad esempio:
    1) ricette facili e collaudate
    2) Suggerimenti della nonna senza tempo e sempre efficaci
    3) ecc........

  • #6

    Enza (lunedì, 25 febbraio 2013 18:05)

    Ti confido un segreto......
    Tempo fa rovistando in un baule in cantina della nonna ho trovato un quaderno di appunti scritti dalla stessa con tanti consigli per la pulizia della casa e della persona. Ti confesso che l'ho custodito gelosamente ma adesso che ho trovato questo sito ritengo che è il posto giusto per poter condividere con le amiche questi piccoli suggerimenti senza tempo, sempre naturalmente efficaci:
    1) per sbiancare il Lino
    non adoperare mai la candeggina perché buca la stoffa, invece
    adopera il perborato di sodio.
    2)Se la cerniera lampo non funziona bene
    passare la cera di una candela oppure una saponetta asciutta.
    3)Pulire il ferro da stiro
    per rimuovere il calcare che ostruisce i fori della piastra,
    miscela un cucchiaino di aceto in un litro di acqua e versa
    la soluzione all'interno del serbatoio. Dopo circa 10 minuti
    accendi il ferro e fai svaporare il liquido all'interno: l'aceto
    è un ottimo anticalcare.

  • #5

    Anna da Milano (lunedì, 25 febbraio 2013 10:57)

    Ciao Pina ti ricordi di me? sono Anna e come ben sai vivo a Milano e tramite amiche in comune ho saputo del tuo sito e ti scrivo x complimentarmi con te.Il tuo sito è veramente interessante e ti assicuro che lo utilizzerò spesso ciao a presto

  • #4

    enza da Roma (lunedì, 25 febbraio 2013 10:50)

    Per pulire l'argenteria io uso un altro prodotto che si ha sempre in casa: cif in crema ed i risultati sono ottimi



  • #3

    Franca Ruggeri da Catania (lunedì, 25 febbraio 2013 10:41)



    Vuoi pulire l'argenteria e non ti trovi in casa il prodotto adatto? Usa il Ketchup.
    Dopo aver lucidato l'oggetto insaponalo con il detersivo dei piatti e sciacqua! Buon lavoro!!!!

  • #2

    Giulia da Venezia (lunedì, 25 febbraio 2013 10:39)

    Mi sono trasferita a Venezia quarant'anni fa, ma nel mio cuore è rimasta sempre la mia città: Catania. Rivedere le sue sue immagini, ripercorrere i suoi itinerari, mi ha emozionato molto.

    Complimenti! Trovo questo sito molto interessante e lo consulterò spesso.

    Adesso anch'io voglio inviare un mio consiglio in questo angolo.

    Sapete che le patate possono essere usate come detergente e smacchiatore?

    Pulite l'argento immergendolo nell'acqua di cottura delle patate.

    Togliete le macchie di grasso cospargendo un po' di fecola di patate e lasciate agire per qualche minuto.

    Togliete le macchie di spinaci strofinando una patata cruda sulla stoffa.

    Togliete il lucido del ferro da stiro strofinando un pezzetto di patata, credetemi l'alone lucido se ne va.

    Pulite l'interno delle bottiglie riempiendo la bottiglia con pezzetti di patata cruda, un cucchiaio di sale grosso e un po' d'acqua e agitare bene.

  • #1

    enza da Roma (lunedì, 25 febbraio 2013 10:36)

    vuoi prendere x la gola i tuoi parenti ed amici con poca spesa ma soprattutto con poca fatica?
    Eccoti delle sfogliatine che ho inventato ieri ed hanno riscosso un grande successo; non so ancora come chiamarle ma deciderò in seguito

    Occorrente:
    per l'impasto : una confezione di pasta sfoglia rotonda (con una confezione riesci a farne 20)

    per il ripieno: crema pasticcera e un bicchiere per tagliare l'impasto

    Esecuzione: aprire l'involucro della pasta sfoglia e con il bicchiere ricava tanti cerchi che dopo averli punzecchiati con una forchetta li riempirai con un cucchiaio di crema pasticcera e con le dita li richiudi a mezza luna; dopo questa "lunga fatica" mettili in forno ben caldo (prima di infornarle spennellali con un pò di uovo sbattuto ) con la stessa carta da forno della confezione o se vuoi cambiala.

    Crema pasticcera :1 uovo, 30gr. di farina, 60 gr. di zucchero,400 gr. di latte e un scorza di limone (con questa dose riesci a riempirne circa 40 )

    esecuzione:
    frulla l'uovo (ti dò una dritta : x spennellare le sfogliatine ti serve pochissimo uovo e ti consiglio di metterne da parte un cucchaino ) con lo zucchero; quando sarà montato aggiungere la farina sempre rimestando, perchè non deve risultare grumosa. Versa ora poco x volta il latte. Quando la crema sarà liquida mettila sul fuoco facendo attenzione di rimestare sempre con un cucchiaio di legno ed aggiungere il pezzo di scorza di limone (naturalmente alla fine verrà tolta) Dopo 10/ 15 minuti la crema sarà pronta (non preoccuparti della consistenza, diventerà più solida appena si raffredda un pò.

    Questa ricetta la utilizzo da più di 40 anni.

    Se vuoi fare anche i bignè non devi fare altro che comprare al supermercato una confezione di bignè tagliarle a metà (veramente si dovrebbe utilizzare la siringa x dolci ma ti assicuro che così lo facevo prima ma impiegavo molto più tempo ed i risultati erano uguali) e riempili con la crema pasticcera, oppure se vuoi fare prima, puoi riempirli con la nutella o con la crema di cioccolata che si fa come la crema pasticcera (prima di metterla sul fuoco aggiungere un pò di cacao amaro). Dopo aver riempito i bignè, fai sciogliere nel forno a micoonde un pezzettino di cioccolato fondente e metterlo, ancora liquido, sopra i bignè (il risultato è eccellente)