Il mio sito

Pina Licciardello

Il sito in tutte le lingue

Video in primo piano 

 

DUCI TERRA MIA!

CATANIA FOREVER

CATANIA COM'ERA

SALUTI DA CATANIA

GIOCHI PEDUTI

CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Il Galateo per momenti dolorosi

 

La malattia 

Quando una persona amica è ammalata, dobbiamo interessarci di avere notizie della sua salute. Non ci si presenta a sorpresa, ma telefonando prima e si cercherà di assistere il malato nelle ore vuote e non quando la stanza dell'infermo è affollata di parenti e amici. Bisogna inoltre essere cauti nel far visita agli ammalati, per timore di stancarli o di metterli in imbarazzo. Ad ogni modo, queste visite devono essere brevi. E' gentile portare dei fiori, purché siano non profumati; oppure dolci e frutta se il dottore lo permette. Ricordate che non si parla all'infermo della sua malattia, che quando uno sta male veramente non vuole vedere nessuno. Rispettate questo desiderio, ma fate capire che in caso di bisogno siete pronti ad accorrere. 

La morte 
Dopo il trapasso, si accendono nella camera mortuaria le candele; la salma non deve essere lasciata sola, ma sarà vegliata sino al momento del trasporto. In genere, se lo scomparso o la scomparsa godeva di vasta notorietà, c'è una veglia che precede il funerale, o in casa o in un luogo legato particolarmente alla vita e alle opere del defunto.
Le partecipazioni funebri con l'orlo nero sono ormai fortunatamente disusate: si preferisce fare l'annuncio sul giornale. Non volendo invece condividere questo doloroso momento con persone alle quali non si è particolarmente legati, può farsi pubblicare l'annuncio a funerale avvenuto.
I parenti e gli amici che non possono intervenire al funerale, esprimono le loro condoglianze con un telegramma, con una lettera o con un biglietto, a seconda del grado di parentela o di intimità con la famiglia.
Accogliete con un atteggiamento affettuoso chi vuol esservi vicino in questo giorno così difficile per voi. Se al funerale si presenta una persona con la quale era sorto in passato un dissidio, non trattatela con freddezza: è difficile valutare lo stato d'animo con il quale ha appreso la notizia del lutto che vi ha colpito.
Se partecipate al dolore di persona che vi è particolarmente cara, e non avete le parole adatte per esprimervi, basterà un abbraccio per trasmettere la vostra emozione.
Il funerale ha le sue regole. La prima riguarda la puntualità; è proibito tentare di andare via a metà funerale: il feretro va accompagnato fino in fondo. Anche l'atteggiamento deve essere discreto, silenzioso, compunto.
Nel caso vogliate affidare ai fiori i vostri sentimenti per il funerale di un conoscente o di un amico, consultatevi con un fiorista per conoscere quali sono i fiori di stagione e scegliete con lui una composizione che vi sembri adatta.
Il carro funebre viene seguito immediatamente dai parenti più stretti. Le donne possono essere dispensate dal seguire il funerale; se vogliono possono farsi accompagnare alla Chiesa o al cimitero. Dopo la cerimonia i parenti del defunto si dispongono sulla porta della Chiesa per ricevere il saluto degli intervenuti e porgere a questi il loro ringraziamento.