Il mio sito

Pina Licciardello

Il sito in tutte le lingue

Video in primo piano 

 

DUCI TERRA MIA!

CATANIA FOREVER

CATANIA COM'ERA

SALUTI DA CATANIA

GIOCHI PEDUTI

GIRO DELL'ETNA

dai "Ricordi di un viaggio in Sicilia" di Edmondo De Amicis

CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Il Galateo sui doni

 

 

Saper donare è quasi una professione.
Quando il dono è stato comperato in un negozio, bisogna togliere con cura il cartellino del prezzo. Se il donatore porta il suo dono in persona, chi lo riceve lo svolge con gentile premura e dimostra la sua gratitudine, il suo piacere o la sua gioia, a seconda dei casi. Se l'oggetto non è di nostro gradimento, dobbiamo tuttavia mostrarci contenti, se non altro tenendo conto del piacere che il donatore ha avuto nel cercare di farci cosa gradita.


I doni più graditi per una signora o una signorina:
fiori recisi o in vaso, dolci in scatola elegante, oggetti di profumeria: profumo finissimo, portacipria per borsetta, matita per le labbra, pettine di tartaruga o d'argento per borsetta;
borsette di pelle o di seta, per giorno o per sera; carta da lettera, con monogramma; astuccio con il necessario per il lavoro, per scrivere; penna stilografica d'oro o di gran marca;
collane moderne fantasia, braccialetti, spille, orecchini;
uno dei romanzi più in voga appena uscito, abbonamento ad una rivista di lusso, audiocassette o videocassette. 

Per un uomo: fiori sciolti o in vaso, una bottiglia di lavanda o di acqua di Colonia adatta per uomo, liquori;
portafogli o portamonete di pelle, cravatta elegante, penna stilografica o portamatite d'oro;
libri d'attualità, audiocassette o videocassette, abbonamento ad una rivista d'arte. 

Non dimenticate che una presentazione elegante, in confezioni distinte e accurate, rende il regalo assai più gradito perché denota uno speciale riguardo. 


Le strenne natalizie 
I doni che si fanno per Natale o per Capodanno prendono il nome di "strenne".
Nei paesi latini, le strenne sono per lo più riservate ai fanciulli: sono i doni che il Bambino Gesù porta ai bimbi buoni. Nei paesi anglosassoni, invece, le strenne sono per tutti, grandi e piccini. Quest'uso si è diffuso anche da noi, specialmente da quando è venuta la lieta consuetudine dell'albero di Natale che va sempre più soppiantando la bella tradizione del nostro presepio.
I doni di Natale o Capodanno variano a seconda del grado di parentela o di amicizia con le persone a cui si offre il dono, e, naturalmente, a seconda delle possibilità finanziarie del donatore. Per fare un dono gradito, bisogna conoscere i gusti della persona a cui il dono è destinato. I doni consistono per lo più in fiori, dolci (immancabilmente il panettone), ninnoli, stampe o disegni di chiaro valore artistico, libri, musica, ecc.
Un'altra simpatica consuetudine e quella di far regali ai bambini in occasione della Epifania: è la Befana che s'incarica di appendere al caminetto (quando c'è) la calza di dolci o di giocattoli. 


Regali per la Pasqua 
Le "colombe", le campane o l'uovo di Pasqua sono i regali che si fanno in questa occasione. Le uova di Pasqua possono essere svariatissime e nell'interno possono contenere la sorpresa: che sarà tanto più gradita, quanto più bella. 


Altri doni 
Oggi prolificano le feste e quindi i regali: festa del papà, della mamma, dei nonni, di San Valentino.
Ci sono poi occasioni precise in cui il dono è d'obbligo: compleanni, onomastici, matrimoni, fidanzamenti e tantissime altre occasioni che deve dettare il cuore. In ogni caso, è bene tenere sempre a mente che il regalo ci rappresenta, per cui va scelto con cura.