Il mio sito

Pina Licciardello

Il sito in tutte le lingue

Video in primo piano 

 

DUCI TERRA MIA!

CATANIA FOREVER

CATANIA COM'ERA

SALUTI DA CATANIA

GIOCHI PEDUTI

CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Il Galateo al mare e in montagna

 

 

Al mare 
La vita al mare è assai più libera della vita in città; molto è consentito, che in città non sarebbe permesso. Tuttavia il contegno deve essere, come dappertutto, sempre corretto; non bisogna prendere atteggiamenti sguaiati o procaci, non bisogna esagerare nella confidenza fra uomini e donne né arrecare danno o disagio agli altri.
In spiaggia non ci si presenta con trucco, gioielli, nudità appariscenti. Ricordate che si è lì non per apparire su un palcoscenico, ma per sentire e assaporare il mare, per godersi il sole estivo e respirare la brezza marina.
Se non si è in confidenza con i vicini di ombrellone, è buona educazione salutare quando si arriva o si va via dalla spiaggia. Radio e radioline non devono rompere i timpani altrui: potete gustare meglio la vostra musica preferita, usando gli auricolari.
Quando camminate sulla sabbia, cercate di non sollevarla con i piedi : eviterete le imprecazioni delle persone alle quali passate accanto. E non mettetevi a giocare a palla in mezzo a un gruppo di ombrelloni, ma spostatevi dove c'è spazio e non infastidite chi sta leggendo il giornale o sta riposando su una sdraia. Evitate scherzi in acqua con chi non sa nuotare, potrebbe spaventarsi.
Tenete pulita la spiaggia e ricordate che un arenile sporco denota dei frequentatori veramente poco signorili. 

In montagna 
Lo stesso sia detto per chi ri reca in montagna, sia d'estate, sia d'inverno per gli sport invernali.
Negli alberghi di montagna si improvvisano facilmente relazioni che però debbono sempre rimanere entro certi limiti: diffidate delle forti amicizie che si creano in pochi giorni!
In Italia gli "sciatori della domenica" affollano sempre più le comode piste sparse in tutta la penisola: oltre a quelle alpine, sono molto apprezzate le piste dell'Abetone, del Terminillo, di Roccaraso e dell'Etna. Negli ultimi anni la settimana bianca è entrata nel calendario di moltissime persone e famiglie.
Per quanto riguarda l'equipaggiamento, esso è diverso per gli sciatori turisti e per gli atleti. Oltre agli speciali scarponi e al vestiario richiesto dalla temperatura di alta montagna, bisogna scegliere con cura gli sci e i bastoncini.
Sia che pratichiate la discesa libera o lo sci di fondo, ricordate che questi sport richiedono ordine e disciplina. L'affollamento delle piste rischia infatti di creare situazioni pericolose o, nel migliere dei casi, di trasformarsi in caos, con conseguente perdita di tempo e di divertimento.
Sulle piste cedete il passo e, se non siete sciatori provetti, non piazzatevi al centro di una discesa super battuta da bolidi difficili da frenare. Inoltre, cercate di non arrivare troppo veloci all'imbocco dello ski-lift, né di calpestare gli sci di chi vi sta davanti: la precedenza nella fila va rispettata.
Se usate monoscì, surf da neve, bob o slitte, sappiate che ci sono piste adatte e riservate a questi mezzi. Se invece praticate il pattinaggio, ricordate che non tutti hanno dimestichezza con i pattini, e stare in equilibrio è tutt'altro che semplice. Dimostrate quindi signorilità e comprensione con chi è alle prime armi.