Il mio sito

Pina Licciardello

Il sito in tutte le lingue

Video in primo piano 

 

DUCI TERRA MIA!

CATANIA FOREVER

CATANIA COM'ERA

SALUTI DA CATANIA

GIOCHI PEDUTI

CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Forza d'Agrò

 

 

Forza d’Agrò, terra antica tra Messina e Catania, é bagnata dal Mare Ionio nel quale si specchia dall’alto dei suoi 420 metri. Oggi vi abitano quasi mille persone, delle quali circa 600 nel centro e la restante parte nella località Scifì. Il capoluogo Messina dista 42 km, mentre ad appena 15 km domina la più nota Taormina. Poco più in là si eleva maestosa la cima nevosa e fumante dell’Etna, il "Mongibello". Il territorio forzese ha una estensione di 10,61 kmq, è bagnato dal Mare Ionio ed ha vicino i Comuni di Letojanni, Gallodoro, Mongiuffi Melia, Roccafiorita, Limina, Casalvecchio, Savoca e Sant’Alessio Siculo. Due strade di grande comunicazione, la S.S. 114 Orientale Sicula e l’Autostrada A18, permettono il collegamento della cittadina con i due grossi centri più vicini: Messina e Catania. Trasporti giornalieri tramite pullman sono effettuati con Messina e Taormina. La stazione ferroviaria più vicina é quella di S. Alessio, a circa 6 km da Forza d’Agrò.

 

Fa parte del comprensorio della Valle d'Agrò e all'Unione dei Comuni delle Valli joniche dei Peloritani ed è situato su un cocuzzolo alla quota di 420 m s.l.m.

 

Il primo insediamento risale al X secolo, con il nome di Vicum Agrillae, mentre l'attuale denominazione risale al XIV secolo.

 

I monumenti più rilevanti sono la chiesa madre, dedicata alla Santissima Annunziata (secolo XVI), il convento Agostiniano, la chiesa della Santissima Trinità ed il castello normanno (XIV secolo), del quale rimangono soltanto dei ruderi.

 

Come un balcone sul mare Jonio, dal suo belvedere è possibile ammirare la costa da Messina a Siracusa, con Taormina e Castelmola, la baia di Giardini-Naxos e l'imponente mole del vulcano Etna.

 

Nel 1971, il centro storico di Forza d'Agrò (assieme a quello della vicina Savoca) è stato scelto da Francis Ford Coppola per l'ambientazione di numerose scene presenti in tutti i film della saga della famiglia Corleone, a partire da Il padrino.

 

 

******

 

FORZA D'AGRO'

 

 

La Casa della Divina Bellezza di Forza d'Agrò

 

 

La Fondazione Casa della Divina Bellezza, ha sede presso Forza d’Agrò, un borgo collinare medievale in provincia di Messina che fa parte del comprensorio della Valle d’Agrò e dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, portata alla ribalta internazionale negli anni ’70  dal regista statunitense Francis Ford Coppola che ambientò qui e nella vicina Savoca molti dei suoi film dedicati alla saga della famiglia Corleone (“Il Padrino”).

Grazie alla sua posizione privilegiata (420 metri sul livello del mare) è possibile ammirare la costa e le vicine città di Taormina e Castel Mola. 

 

Forza D’Agrò, inoltre, si contraddistingue per il suo importante patrimonio artistico culturale e la sua fiorente natura. In città, infatti, ci sono molti palazzi cinquecenteschi e chiese, si pensi al Castello del Conte Ruggero della fine del ‘500; all’Arco Durazzesco del ‘400, al Duomo dedicato a Maria SS. Annunziata e Assunta la cui facciata risale al ‘400; ed ancora, alla chiesa di San Francesco e a quella della Triade. È in questo contesto che sorge la Fondazione Casa della Divina Bellezza, istituzione che ha fatto dell’incontro e del confronto tra realtà diverse un punto fondamentale della propria ricerca artistica e spirituale, trattandosi di una fondazione dedicata alla relazione tra arte e uomo; uomo e fede, arte contemporanea e teologia cristiana.

 

“La Casa della Divina Bellezza – spiega il presidente della fondazione, il prof. Alfredo La Malfa – è stata creata nel 2009, nel 2014 è divenuta una fondazione e nel 2015 ha ottenuto il riconoscimento da parte della Regione Siciliana come persona giuridica privata senza fini di lucro. Frutto di un restauro durato circa tre anni, la Fondazione – un unicum nel panorama siciliano – è finalizzata al rapporto fra arte contemporanea, teologia cristiana e dimensione del sacro. Il viaggio che s’intraprende accedendo alla casa vuole corrispondere a un’ascensione spirituale, scandita da simboli grafici e architettonici, particolari che vanno cercati e ricercati dal visitatore-pellegrino. La scelta di dare alla dimora il nome di “Casa della Divina Bellezza” nasce da un’attenta riflessione con cui ho voluto sottolineare la nuova natura della struttura. Non più casa privata, ma luogo aperto in cui ospitare eventi atti ad arricchire lo spirito di chi lo visita. Un luogo dove condividere religioni e spiritualità, mostrando un percorso che si svela soltanto attraverso la manifestazione della bellezza”.

 

 

************

Fondazione Casa della Divina Bellezza

Via Roma 7
Forza d'Agrò

 tel. 0942-721028

 mobile. +39 3385078352 +393473359327

 

www.fondazionecasadelladivinabellezza.it