Il mio sito

Pina Licciardello

Il sito in tutte le lingue

 I Video che ho dedicato alla mia Terra e alla mia Città

 

 

DUCI TERRA MIA!

CATANIA FOREVER

CATANIA BY NIGHT

CATANIA COM'ERA

          CATANIA SPARITA

     I QUARTIERI DI CATANIA 

        LE SPIAGGE PIU' BELLE

                DI CATANIA

GLI SCORCI PIU' BELLI

DELLA MIA SICILIA

        SICILIA: LA MIA TERRA

          PERLE DI SICILIA

CITTA' DELLA SICILIA

GIRO DELL'ETNA

dai "Ricordi di un viaggio in Sicilia" di Edmondo De Amicis

JEAN HOUEL

Un francese in Sicilia

ANDERSEN in SICILIA

L'Etna vista da Andersen

dai "Ricordi di un viaggio in Sicilia" 

CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Giovambattista Sangiorgio

Biancavilla, 25 dicembre 1883 – Catania, 23 settembre 1930)

 

 

Pittore e scultore-decoratore operò nelle province di Catania e Messina.

Eseguì molte opere di carattere religioso soprattutto per conto dell'Ordine dei Frati Minori. Tra le opere principali: la decorazione della cantoria dell'organo della Cattedrale di Catania (Albarosa D'Arrigo, Ampliamento dell'organo e nuova cantoria nella Cattedrale di Catania (1924-1928), la decorazione della cantoria dell'organo della Chiesa di S. Francesco all'Immacolata sempre a Catania, gli affreschi, le statue e i lavori di ebanisteria presso la Villa Colantoni di Messina (nonostante fosse stata vincolata con D. A. n. 5544/1998 fu demolita nello stesso anno), l'altare maggiore della Chiesa del Convento di S. Antonio a Barcellona Pozzo di Gotto, demolito negli anni '80. Sua anche la monumentale statua del Cristo risorto della chiesa madre di Biancavilla, protagonista, la domenica di Pasqua, della suggestiva e spettacolare manifestazione religiosa "A Paci", l'incontro fra Gesù risorto e la Madonna, simbolo della riconciliazione fra l'uomo e Dio.

 

 

******************

 

Alla scrivania col fratello Salvatore, 1920 c.

 

******************* 

 

 

 

 

 

 

Edizione per la famiglia nel

90° anniversario della sua morte

 

Catania, Settembre 2020

 

Vai al libro scritto dal nipote Paolino Maniscalco

 

 

*********************

 

 

 

 

Intervista a Dino Sangiorgio, figlio di Salvatore e nipote di Giovambattista maestri d'arte.

Nel video la storia della statua del Cristo risorto di Biancavilla; in cartapesta e tempera trattata opera del biancavillese Giovambattista Sangiorgio datato 1921, della bottega dei fratelli Giovambattista e Salvatore Sangiorgio specializzati in arte sacra e lavorazione della cartapesta. Altezza più di due metri, sul capo è posta una raggiera in argento sbalzato e cesellato, del 2012 di orafi palermitani. La statua che sostituì un antico simulacro più antico oggi perduto, viene portata a spalla dai componenti dell’Arciconfraternita Santissimo Sacramento (inizi del 1600) il giorno di Pasqua protagonista della manifesta 'a Paci insieme alla Madonna nell'esultanza dell'Angelo Gabriele.

 

****************** 

 

BIOGRAFIA           OPERE

 

 

torna su