Il mio sito

Pina Licciardello

Il sito in tutte le lingue

Video in primo piano 

 

DUCI TERRA MIA!

CATANIA FOREVER

CATANIA BY NIGHT

CATANIA COM'ERA

          CATANIA SPARITA

GLI SCORCI PIU' BELLI

DELLA MIA SICILIA

GIOCHI PEDUTI

GIRO DELL'ETNA

dai "Ricordi di un viaggio in Sicilia" di Edmondo De Amicis

CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

 

 

 

A    B    C    D    E    F   G   H   I   L    M    N    O    P   Q    R    S    T    U    V   Z

 

HACCAVADDHU!
Questa parola siciliana è una rarità, perchè inizia per H e quindi è unica e ricercatissima.

Havi a lingua surata!
Ha la lingua sudata.
(Viene detto a colui che dice di essere stanco, quando in realtà ha fatto molto poco.)

Havi u cùori nivuru cùomu a pici.
Ha il cuore nero come il catrame.
(Viene riferito a colui che ha un cuore di pietra e non aiuta il prossimo.)

Ha parrari quannu piscia a addhina!
Devi parlare quando la gallina fa la pipì!
(cioè: Stai zitto e non parlare.)

Ha fattu u spacca e lassa.
Ha fatto lo sbruffone.

Havi i pìeri na fuòssa!
Ha i piedi nella fossa!
(Il detto vuol fare rimarcare che il comportamento errato di un altro è tale che, al minimo aggravio del diverbio gliela farà pagare molto cara.)

Havi u carbuni vagnatu!
Ha il carbone bagnato!
(Il detto è riferito da colui che avendo notato in un altro un comportamento scorretto, con questa esclamazione lo da ad intendere agli altri.)

Havi u mìeli 'mmucca e u riavulu no cùori.
Ha il miele in bocca e il diavolo nel cuore.
(Il detto è sinonimo di: PREDICA BENE, MA RAZZOLA MALE.)